Allegria

Bellissima poesia Enrico ben tornato 🙂

Enrico Garrou

Venite signore, signori, bambini, venite a vedere,

ci sono donne fiore che diventano salamandre o esseri strani,

e acrobati che volano in cielo per danzare, farci sognare,

per scendere poi tra noi e trasformarsi in clowns

con volti delicati dipinti di bianco, coperti di stupore, che sanno creare

immagini d’amore solo con l’espressione del viso e il gioco delle mani.

Ci sono signore vestite di colore, con in mano lanterne rosse,

che ricevono da uccelli meccanici, con occhi roteanti,

e lunghe ali, grandi perle opalescenti, che emanano una luce strana,

Loro, innamorate, afferrano le loro code piumate

e si fanno trasportare nel cielo e diventano meravigliosi aquiloni.

Venite, guardate le scale che scendono da questo cielo senza stelle,

ma con un grande sole arancione che emette una luce magica,

ammirate ci sono uomini vestiti d’oro e argento che, afferratele,

si arrampicano veloci, salgono con i volti sereni lassù,

dove noi…

View original post 180 altre parole

Madre

“provo a tradurre in parole la meraviglia d’ogni nuova scoperta.” Chiara e le sue poesie e racconti …

Memorabilia

Alba d’autunno
Tenue come corpi
Sopiti e smorti.
Anime stanche
In danza coi fantasmi
Su lieve melodia di sogni.
D’abito prezioso
Di zaffiri e rubini
S’addobba la Natura
A mostrar le sue grazie.
Madre dimenticata
Ridente di nuova luce
Si offre ancora
ai suoi ingrati figli.

 

View original post