“Amarti è odiarti”,Giosue Carducci alla sua Lidia

Una bella lettura per San Valentino grazie a Barbara ❤

tuttoilmondoateatro

“Lidia su’l placido
fiume, e il tenero amore ,
al sol occiduo naviga”

Un professore universitario, lui, una madre e moglie di un militare in carriera,lei, si scrivono, si incontrano e una dolce e folle passione nasce nelle loro anime solitarie e in cerca d’amore.

Giosue Carducci e Carolina Cristofori Piva, (Lidia nella sua Poesia) intrecciano una relazione amorosa che travolgerà le loro vite, tra il 1872 e il 1878,un epistolario intenso e vibrante rimane testimonianza tangibile di un amore che vivrà di passione, lontananze e ritorni,sospetti, tradimenti presunti , gelosie profonde e sospirose attese…

Cristofori_Piva_carolina

24 Aprile 1872

“Mia dolce signora,
le nubi tra cineree e dorate corteggiano il sole occidente.
Il tramonto sorride roseo ne’vecchi muri che son di faccia alla mia finestra.
Le cime degli alberi di questi orti intorno garriscono lieve lieve inchinandosi all’aure fresche.
Ma il mio cuore è triste:altre delusioni,altri disinganni, altri sospetti.
Amor mio,mio…

View original post 456 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...