Giù la maschera

Deliziosa … come sempre mia cara pindarica 🙂

PindaricaMente

27___maschera_by_arcade_zelgadis-d5vfoxt

Dove cazzo è Epicuro quando ho bisogno di lui?

Voglio imparare l’atarassia, quella da carnevale. E non sentire più la tristezza salire dalla pancia, quando sto in mezzo a pagliacci dai capelli colorati, supereroi assortiti, principi azzurri e principesse Sissi.

Voglio restare imperturbabile. E non avvertire più il gusto aspro della malinconia e quello amaro del disincanto, quando vedo gente che prova ad essere altra gente.

Sotto una pioggia di coriandoli e stelle filanti, ho visto una famiglia intera, travestita da segnali stradali, fare il trenino ostentando allegria.

A-e-i-o-u, ipsilon.

E la mia vicina di casa, 69enne, vestita da cartone di latte (parzialmente scremato).

Brigitte Bardot Bardot.

Insieme a lei, un gruppetto di signore mascherate da carte da gioco. La regina di cuori sparava schiuma bianca.

Ay ay caramba.

Ho visto facce tristi coperte da maschere che sorridevano felici.

Essere o apparire. Tutto qui. Bello, se nessuno ti costringe.

Invece…

View original post 124 altre parole

Mousse al Cioccolato e Peperoncino (senza uova e senza lattosio): Buon San Valentino

Che bontà ! ❤ Buon San Valentino

Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

Domani è San Valentino… così oggi per la Rubrica del Venerdì “L’Angolino del Papà”, ho pensato di proporvi un dolcetto da preparare per l’occasione. Un dolce al cucchiaio buonissimo e goloso al cioccolato, leggero perché senza uova e senza lattosio e con la nota piccante del peperoncino che insieme al cioccolato dà il meglio di sé! Una mousse facilissima, pronta in 10 minuti che concluderà al meglio la vostra cena di San Valentino e aprirà dolcemente le porte ad una piacevole serata di coppia!
Per chi, come noi, festeggerà insieme ai bimbi, basta omettere il peperoncino ed ecco un dolce meraviglioso per tutta la famiglia!

Ingredienti:

150gr di cioccolato fondente senza lattosio Venchi
150 ml di panna da montare senza lattosio Granarolo
60 ml di latte di soia alla vaniglia
1/2 cucchiaio di peperoncino in polvere

Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato insieme al peperoncino. Una volta sciolto unitelo piano piano…

View original post 52 altre parole

“Amarti è odiarti”,Giosue Carducci alla sua Lidia

Una bella lettura per San Valentino grazie a Barbara ❤

tuttoilmondoateatro

“Lidia su’l placido
fiume, e il tenero amore ,
al sol occiduo naviga”

Un professore universitario, lui, una madre e moglie di un militare in carriera,lei, si scrivono, si incontrano e una dolce e folle passione nasce nelle loro anime solitarie e in cerca d’amore.

Giosue Carducci e Carolina Cristofori Piva, (Lidia nella sua Poesia) intrecciano una relazione amorosa che travolgerà le loro vite, tra il 1872 e il 1878,un epistolario intenso e vibrante rimane testimonianza tangibile di un amore che vivrà di passione, lontananze e ritorni,sospetti, tradimenti presunti , gelosie profonde e sospirose attese…

Cristofori_Piva_carolina

24 Aprile 1872

“Mia dolce signora,
le nubi tra cineree e dorate corteggiano il sole occidente.
Il tramonto sorride roseo ne’vecchi muri che son di faccia alla mia finestra.
Le cime degli alberi di questi orti intorno garriscono lieve lieve inchinandosi all’aure fresche.
Ma il mio cuore è triste:altre delusioni,altri disinganni, altri sospetti.
Amor mio,mio…

View original post 456 altre parole

[it]To be….. or not to be

Essere, o non essere…… italiano?
Grande Valentino! Leggetela …

Dilema omului de rand

Sarebbe questa la domanda essenziale che mi tormenta attualmente.
Essere, o non essere…… italiano?images
Dal punto di vista legale avrei diritto. Ma basta? Voglio dire…. basta un tale periodo vissuto sulla terra di un paese per far parte di essa?
Mah, a me sembra poco.
Credo che non si tratta di aver ricevuto “il diritto”. Ma anche quello di sentirti veramente ciò che chiedi di essere. Non puoi essere italiano se non lo sei veramente. Ed io non mi sentivo. Non voglio essere giudicato male. Per spiegare quello che voglio dire vi dirò che per me, un identità nazionale può essere paragonata con una madre. E lei che ti da la forma, la mentalità, il modo di concepire le cose.
Ok, ma ora mi trovo ad avere la possibilità di una nuova madre. Magari più bella, più ricca, più accogliente. Una madre che mi da la possibilità di di esprimermi…

View original post 271 altre parole

Plumcake con Mele al profumo di Mandorla (senza glutine e senza lattosio): tanti auguri amica mia…

Come si festeggia l’amicizia! ❤

Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

L’amicizia è uno dei valori più importanti nella vita: spesso le ho dato un peso eccessivo, rimanendo più volte scottata, ma sono fatta così… vera e spontanea, pronta a farmi in quattro per le persone a cui voglio bene. Con gli anni però ho imparato a “selezionare” chi avere accanto: poche ma buone persone e tu, cara Leti, sei una di quelle. Conosciuta per caso, in questo “mondo virtuale”, le nostre strade si sono incrociate per una ricetta e da lì hanno iniziato a viaggiare su binari paralleli. Anche se lontane, tu ci sei sempre, un saluto, una parola di conforto, un consiglio e ultimamente, una vera fonte di positività! Oggi è il tuo compleanno… e questo è il nostro regalo per te: un dolce, preparato con tutti ingredienti “senza” proprio come la filosofia del tuo blog “Senza è buono”   : AUGURI AMICA MIA, TI VOGLIO BENE!

Ingredienti:

3 uova

View original post 189 altre parole

Vorrei essere un macigno

Questi profondi sentimenti mi hanno toccato il cuore!
E vero, sentirsi impotenti davanti a tanta malvagità, .. e un dolore troppo forte! ❤

Tiferett

IMG_6464

Ci sono momenti in cui vorrei poter essere un macigno, privo di cuore per non sentire tutto questo dolore che mi avvolge, per non sentire più questa paura che lacera ogni certezza, ogni orizzonte luminoso, ogni sorriso.
Vorrei poter essere un macigno per non vedere questo orrore, per poter dire di non essere un uomo come “te”…capace di tutto questo, di uccidere un altro essere umano con così tanta violenza e follia da rendere l’inumanità spettacolo.
Vorrei poter essere un macigno per non provare odio, così profondo come quello che sento verso qualcosa di così agghiacciante da farmi sentire inutile.
Vorrei poter essere un macigno per schiacciare e seppellire tutto.

View original post

Seria a me? Ma come si permette!!!! (Ovvero Dante vs Diemme)

Grande! cit – A sinistra il Sommo, a destra, a confronto, la Somma, Divina, Fantasmagorica – screanzata e sfacciatissima – Diemme

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Dante vs Diemme 70

Rispondo a chi, di fronte a questo mio commento, ha osato commentare che non se l’aspettava, che il mio blog sembra così serioso…

Ah sì, maldicente, béccate questo colpo di fioretto, e non ti azzardare mai più! Seria a me, pfui!  😛

(A sinistra il Sommo, a destra, a confronto, la Somma, Divina, Fantasmagorica – screanzata e sfacciatissima – Diemme 😉 ).

Tanto gentile e tanto onesta pare
la donna mia quand’ella altrui saluta,
ch’ogne lingua deven tremando muta,
e li occhi no l’ardiscon di guardare.

Ella si va, sentendosi laudare,
benignamente d’umiltà vestuta;
e par che sia una cosa venuta
da cielo in terra a miracol mostrare.

Mostrasi sì piacente a chi la mira,
che dà per li occhi una dolcezza al core,
che ’ntender no la può chi no la prova:

e par che de la sua labbia si mova
un spirito soave pien d’amore,
che va…

View original post 97 altre parole

LA GATTA DAGLI OCCHI VERDI

mi piace ❤ quando si parla d'amore …

la stanza dei pensieri

gatta

Hanno scritto di lei
“Mi cammini dentro dolcemente e poi, come un gatto, senza motivo sfoderi le tue unghie e il dolore è fisico, nello stomaco. Rotoli tra i miei sospiri, mi ubriaco di bellezza, di perfezione, ho paura di cadere, ho voglia di sparire, mi confondo.”

Scrivo di lei
Lungo quei graffi che lasciano il segno e distinguono la realtà dal sogno scivolano i miei pensieri, con fatica, ostacolati dalle cicatrici dell’incomprensione. Cerco di alleviarne il bruciore con l’unguento della speranza, pensando che i segni che rimarranno forse, diventeranno il ricordo indelebile di una storia importante. E’ il lato debole di me che rimane scoperto come un tallone di Achille, lei sa che non sono bravo a nasconderlo e a volte affonda le sue unghie proprio lì dove fa più male e ti guarda con i suoi occhi verdi proprio come un gatto che ti fruga nell’anima. Allora mi…

View original post 155 altre parole

281 – 1Febbraio

Tutti i detti ed i proverbi di Febbraio

É partito il secondo mese dell’anno e con esso gli ultimi 28 giorni dell’inverno meteorologico nell’emisfero boreale.

Come ogni mese eccoci con la consueta carrellata di proverbi e detti che riguardano il mese, alcuni di carattere generale, altri di carattere meteorologico, che come ogni detto o proverbio che si rispetti porta sempre con sé un po’ di verità. Ma vediamoli insieme…

Febbraio, febbraiello,cortino e bugiardello.
Febbraio febbraietto,corto e maledetto.
Il gran freddo di Gennaio, il maltempo di Febbraio.
Febbraio umido,buona annata.
Chi vuole un buon erbaio semini in Febbraio.
Febbraio nevoso, estate gioioso.
Febbraio, il sole in ogni .
Se febbraio avesse tutti i giorni di gennaio, farebbe gelare il vino nelle botti.
Curte e male cavate, febbrare curte peggiore de tutte.
La neve di febbraio è come lo strutto di Carnevale.
Chi vuol di vena un granajo lo semini di febbraio.
Se di febbraio corrono i viottoli, empie di vino e olio tutti i ciottoli.
Gennaio e febbraio mettiti il tabarro.
Se febbraio non febbreggia, marzo campeggia.
Se febbraio non i sferra, marzo mal pensa.
Gennaio e febbraio, empie o vuota il granaio.
Febbraio asciutto erba per tutto.
L’acqua di febbraio riempie il granaio
Se vuoi restare senza moglie, mettila al sole di febbraio
Onda di mare, sole di febbraio, pianto di donna non ti fidare
Se di febbraio tuona, l’annata sarà buona.
La neve di febbraio ingrassa il granaio.
Febbraietto, scortica l’aglio e il capretto
Di febbraio la neve è migliore del fango.
Febbraio febbraiolo, ogni uccello poso l’ovo.
Primavera di febbraio reca sempre qualche guaio.
L’acqua di febbraio è promessa per il granaio.
Febbraio viene colle tempeste e se ne va con il sole.
Chi vuol un bel pagliaio lo pianti di febbraio.
Febbraio corto, peggio d’un turco.
Febbraio è il mese in cui le donne parlano poco.
Febbraio ferra l’acquaio.
Febbraio nevoso, estate gioiosa.
In febbraio la terra è in calore
Neve di febbraio, mezzo letamaio.
Non si fa un buon carnevale, se non c’è la luna di febbraio.
Se ci sono le mosche in febbraio, bisogna scaldarsi le orecchie a marzo
Se febbraio non i sferra, marzo mal pensa.
Se nevica il dieci di febbraio, l’inverno si accorcia di quaranta giorni.
Febbraio, la notte ed il giorno sono di uguale durata

Se piove n’Cannelore (2 Febbraio) da lu vierne semme fôre; se piove e ‘nsieme nengue da lu vierne semme dentre; ma s’è u bielle soletieje è mezza state e miezze vierne.
Frivalora, Cannilora, Brasilora,si nun cci nivica e nun cci chiovi la ‘nvinrnata e sciuta fora.
A Madonna candelora dall’inverno siamo fora
Candelora, dall’inverno siamo fuori; ma se nevica o se piove ce ne abbiamo ancora 49 di giorni brutti; se c’è sole o mezzo sole ci sono ancora 40 giorni di inverno
Per la festa di S. Biagio (3 febbraio) il gran freddo ormai è passato Sant’Agata (5 febbraio), conduce la festa a casa.
S. Agata, 5 febbraio, la merenda ritornata: si trovano di nuovo i funghi Per San Valentino (14 febbraio), primavera sta vicino.
Per San Valentino (14 febbraio), l’allodola fa il nidino.

A San Mattia (24 febbraio) la neve per la via.

2 febbraio: se piov o neiva dall’inveran a sem fòra; s- lè bèl temp a n-avem ancoura par 40 dè (abbiamo ancora 40 giorni di inverno) – dialetto romagnolo

fonte web