Zucchine Tonde Ripiene: è tornato il Sole!

E … buon appetito!

Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

Evviva, dopo giorni di pioggia e tempo incerto è finalmente ritornato il sole: le bimbe sono al settimo cielo e io non devo più impazzire per intrattenerle. Si torna a fare i nostri giri in bici in campagna, qualche fermata al parchetto, ci si tuffa in piscina e… si mangia all’aperto in giardino! Il Sole è un toccasana anche per l’umore, tutto è più facile da organizzare e l’energia sembra raddoppiata. Così ieri, dopo un giretto di prima mattina in bicicletta, con colazione al bar per viziarci un po’, mi sono messa subito ai fornelli per preparare pranzo e cena, così da avere tutto il pomeriggio libero da dedicare alle bimbe. Serena faceva tranquilla i compiti, Greta disegnava accanto lei … momento ideale per cucinare. Su richiesta delle monelle, per pranzo una buona pasta fredda (vi posterò la ricetta i prossimi giorni … meravigliosa) mentre per cena non avevo dubbi…

View original post 404 altre parole

Esperimenti segreti con le emozioni degli utenti FB

RIFLETTERE su …
lo studio ha verificato che gli stati emotivi si possono trasmettere anche senza essere accanto e senza interagire direttamente con le persone che sono di buon o di cattivo umore, secondo i risultati della ricerca pubblicati sulla rivista Proceedings della National Academy of Sciences degli Strati Uniti.

Cristina Khay Blog

20140629_fb

.

“Esperimenti segreti con le emozioni degli utenti: Facebook ha condotto un vasto esperimento psicologico su quasi 700 mila utilizzatori del più popolare social network, alterando in parte le informazioni da loro comunicate per vedere se il «contagio emotivo» si verifichi anche a distanza. Un test che non ha mancato di sollevare dubbi e qualche polemica. Ebbene, lo studio ha verificato che gli stati emotivi si possono trasmettere anche senza essere accanto e senza interagire direttamente con le persone che sono di buon o di cattivo umore, secondo i risultati della ricerca pubblicati sulla rivista Proceedings della National Academy of Sciences degli Strati Uniti.

Lo studio Per raggiungere questa certezza, un gruppo di ricercatori e scienziati di Facebook e delle Cornell University e University of California hanno alterato per un’intera settimana, dall’11 al 18 gennaio 2012, l’algoritmo che determina cosa viene mostrato nella bacheca di 689,003 persone, che sono state divise…

View original post 532 altre parole